Lyngen lagh

Una salita imbiancata a picco sull’acqua, circondata da cime e creste frastagliate a perdita d’occhio. Norvegia? No, l’è el Bregagn del Lagh de Cómm!

Dopo un weekend passato a rattoppare le solette e stirare sciolinare è finalmente giunta l’ora di inaugurare la versione 2.0 dei fedelissimi Elan. Le nevicate degli scorsi giorni hanno portato candore e speranza nella zona del Lario, mentre oltralpe il rischio valanghe rimane troppo alto, indecisi tra Ossola e triangolo lariano decidiamo di riscoprire i luoghi di Fermo e Lucia anche in virtù della vicinanza, così da limitare i danni in caso di rinunce.

La meta è il Bregagno, che scopro essere una piccola perla tra le perle di lago nascoste tra queste sponde. L’itinerario scelto risale la dorsale Nord-Est a partire dal paesino di Musso, raggiunge la chiesetta di San Bernardo puntando “dritto per dritto” il rifugio Alpe Palù e raggiunge la vetta passando per una rapida cresta.

Essendo in due sfruttiamo le due dimensioni dell’Honda e sfrecciamo alle ore 6:15 in direzione lago. Raggiungiamo Musso e di lì risaliamo la via del Marmo fino a quando il sentiero si stringe ed imbianca, prendiamo un paio di rincorse (causa neve) fino a raggiungere l’ultimo tornante prima della fine dell’asfalto dove abbandoniamo la fedele destriera e calziamo gli sci a fianco dell’abitacolo.

DSCF0202_1

La strada risale coperta da pochi centimetri di neve pesante e bagnata dalle piogge delle scorse ore, si preannuncia un’avventura al limite ma non ci perdiamo d’animo e proseguiamo seguendo tracce di camosci, cani e cinghiali. Gli ungulati lasciano un’eredità di devastazione e scavi archeologici lungo tutto il sentiero lasciando presagire possibili incontri ravvicinati del suino tipo, per fortuna o purtroppo (vista la fame che aumenta) non facciamo nuove amicizie setolate e quindi continuiamo a risalire gli interminabili tornanti.

Circa a metà strada restiamo di stucco nello scoprire che Pisa e Dongo siano confinanti, nonostante l’incessante fame alimentata da fantasie di ribollita proseguiamo lungo i nostri amati tornanti fino al bivio con l’abitato di San Bernardo.

DSCF0242

DSCF0203_1

Qui prendiamo il sentiero che sale verso Est, dopo pochi minuti constatiamo di essere non solo su neve marcia, ma anche su fondo scalinato; stoici non togliamo gli sci e ci inventiamo architetti di un nuovo modo di salire con le pelli raggiungendo la chiesetta di San Bernardo. Negli ultimi tratti il cielo si emoziona per la nostra presenza ed inizia a soffiare un vento incessante, interrotto solo nelle probabili fasi di inspirazione del gigante che sembra seguirci da lontano con il suo sbuffo.

DSCF0241

Emergiamo baciati dal vento e supportati da una crosta gelata che porta il nostro peso con probabilità variabile, aggiungendo alla già complicata mattinata una variabile di fortuna che evidentemente non sembra essere dalla nostra parte oggi.

La fatica è però ripagata dai paesaggi immensi e quasi “esteri”, sembrano le lyngen ma siamo a quasi un’ora da Milano.

DSCF0218_1

Il vento non molla, la neve invece si e giunti a quota 1300 constatiamo che oggi Nun se po’ ffà. Ci nascondiamo dietro la dorsale per ripararci dal vento nel togliere le pelli e ridiscendiamo facendo più fatica che in salita a causa della pessima neve.

DSCF235-7_1

Nonostante la faticaccia rincasiamo soddisfatti per aver almeno provato una dorsale che difficilmente risulta in condizioni di fruibilità.

Aggiungiamo un appunto sulla lista degli itinerari da percorrere ed incrociamo le dita per il prossimo fine settimana.

DSCF226-8_3.jpg

Stay tuned!


Traccia in formato .gpx disponibile cliccando qui

Dislivello.PNG

Oggi la traccia è abbastanza autoesplicativa, fino al punto più alto raggiunto abbiamo trovato condizioni di neve “accettabile”, di lì in avanti la dorsale si presentava scarsamente innevata con grande affioramento di roccette e terra.

traccia_2.jpg

traccia.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...